October 2021
Mo Tu We Th Fr Sa Su
 
 
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
September November
 
Titolo del progetto
Logo Brigth Ubuntu
 

Bright Ubuntu: un sistema operativo open-source senza barriere

 
 
Soggetto proponente
DIIGA (Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell'Automazione)
 
Soggetti partner
Museo Tattile Statale Omero
 
Obiettivi
Il progetto mira a realizzare e promuovere un sistema operativo gratuito e facile da utilizzare per utenti non vedenti e per altre categorie di persone con disabilità.
Il progetto nasce da un'idea di Mirko Montecchiani, Responsabile Giovani dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Marche, con il fondamentale sostegno di Maurizio Mazzieri, un volontario di suddetta associazione.
Obiettivi specifici:

  • contrastare l'emarginazione provocata dal digital divide, ovvero dalla difficoltà di accesso agli strumenti informatici;
  • promuovere un utilizzo della rete non a fini economici, ma sociali;
  • rendere gratuito ai non vedenti, agli ipovedenti e in generale alle categorie svantaggiate un sistema operativo Opensource e promuoverlo tramite la rete del Museo Omero;
  • rendere la visita al Museo Omero ancora più accessibile con una postazione multimediale all'ingresso.

Il logo, quello ufficiale di Ubuntu personalizzato da Emeline Moreau, vuole riassumere l'idea progetto nella sua ottica di superamento del Digital Divide: rappresenta infatti tre bambini che si abbracciano, uno di questi ha il bastone in mano; i tre bambini hanno i tre colori degli occhi: blu, marrone e verde.
 
Descrizione delle iniziative previste
Il sistema operativo, denominato "Bright Ubuntu", sarà realizzato dallo staff del DIIGA personalizzando il sistema open source "Ubuntu" già esistente, al fine di renderlo "Bright" ovvero luminoso e funzionale per i non vedenti e gli ipovedenti dotandolo di tutti i software necessari ed eliminando l'inutile.
Il sistema potrà essere scaricato gratuitamente da un sito internet realizzato ad hoc, dotato di un forum in cui confrontarsi e di un supporto on-line (tipo enciclopedia wiki) che spiegherà come installare e utilizzare il sistema.
Al termine del lavoro dell'Università lo staff del Museo Tattile Statale Omero insieme ad un gruppo dell'Unione Italiana Ciechi valuterà e testerà le sue funzionalità.Al Museo Omero inoltre verrà predisposta una postazione multimediale con Bright Ubuntu installato affinché i visitatori non vedenti del Museo possano raccogliere informazioni in modo semplice, diretto e autonomo.

Il progetto verrà presentato ufficialmente in una conferenza stampa lunedì 14 luglio 2008 alle ore 11.30 mentre sabato 25 ottobre 2008 alle 17.30 al Museo Omero sarà organizzata una giornata evento conclusiva per illustrare il prodotto realizzato.
 
Contatti
Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell'Automazione (DIIGA)
Via Brecce Bianche 12
60131 Ancona
Tel. (+39) 071 2204832 - Fax (+39) 071 2204474
email: webstaff@diiga.univpm.it
sito web: www.diiga.univpm.it