October 2022
Mo Tu We Th Fr Sa Su
 
 
 
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
 
 
 
 
 
September November

Concluso il Torneo Antirazzista con la vittoria del Brasile

Premiazione Vis Concordia
Il VII° torneo antirazzista si conclude con la vittoria finale del Brasile sulla Bolivia per 7-4, sotto gli occhi delle almeno duemila persone che hanno gremito Piazza Pertini sabato 5 luglio 2008.
Le tribune e la piazza hanno iniziato a riempirsi prima con la finale per il terzo e quarto posto vinta dal Cusco sul Perù, poi con la finale femminile tra Real Ancona e Morrovalle vinta dalle ragazze maceratesi per 2-0.
Il campo della finale maschile alla fine ha premiato il Brasile ma la Bolivia non ha sicuramente demerito e ancora una volta si è dimostrata tra le formazioni più forti e corrette della manifestazione.

Al di là degli aspetti sportivi va sottolineato il raggiungimento di quello che è il vero spirito del mondialito antirazzista, e cioè non un semplice torneo di calcio ma un momento in cui i migranti presenti nella nostra regione diventano attori protagonisti, dove l'integrazione da teorica diventa reale.
Alle premiazioni finali hanno preso parte sia il sindaco di Ancona Fabio Sturani che il presidente della seconda circoscrizione Stefano Foresi, entrambi da sempre sensibili ai temi dell'integrazione.
Commoventi, durante la cerimonia di premiazione, sono state le consegne del premio Fair Play all'Afganistan squadra giovanissima proveniente da un paese martoriato dalla guerra e del premio "Andrea Cesca" (in memoria di un ragazzo italo-rumeno) vinto dal Sudan.

Grande successo anche per le iniziative, correlate al torneo, curate dall'associazione Ambasciata dei Diritti.
Nel corso dell'iniziativa, Luca Canonici e Irena Xnonie hanno effettuato interviste e filmati per creare un film documentario sull'immigrazione e le complesse dinamiche dell'integrazione che verrà ufficialmente pubblicato a ottobre.
Il torneo ha lanciato anche dei  messaggi chiari e forti: la netta contrarietà alla costruzione di un centro di identificazione e espulsione per migranti (ex cpt) a Falconara e in tutta la regione; in riferimento all'intenzione del governo di prendere le impronte digitali ai bambini rom è stato esposto lo striscione "Impronte digitali-DNA No alle schedature etniche" sottolineando il raccapricciante deja vu storico che ricorda la schedatura dei bambini ebrei con la scusa del censimento.

L'intera manifestazione è stata realizzata dalla Polisportiva Antirazzista "Assata Shakur" di Ancona con il sostegno del Comune di Ancona, della Provincia di Ancona, della Regione Marche e della Uisp Ancona.

Risultati:

finale 1° 2° posto maschile Brasile-Bolivia 7-4
finale 3° 4° posto maschile Cusco-Perù Ancona 3-0
finale 1° 2° posto femminile Real Ancona-Morrovalle 0-2

(Pubblicato il 07 Luglio 2008)