December 2022
Mo Tu We Th Fr Sa Su
 
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
November January

Videodromo - CAREOF DOCVA / “Con un occhio solo” a cura di Mario Gorni

CAREOF_MAC_VIDEODROMO

Opening Domenica 2 ottobre 2011, ore 19.00 (alla presenza del curatore) all’Atelier Dell’Arco Amoroso, in Piazza del Plebiscito, spazio no profit gestito dalla Provincia di Ancona.

VIDEODROMO ContemporaryVideoart / Atelier Arco Amoroso Piazza del Plebiscito, Ancona


Presenta


“Con un occhio solo” a cura di Mario Gorni

CAREOF DOCVA (Italia)


Opening Domenica 2 ottobre 2011, ore 19.00 (alla presenza del curatore)

Dal 3 ottobre al 16 ottobre dalle 18.30 alle 20.30


VIDEODROMO un’iniziativa della Provincia di Ancona e di MAC Manifestazioni Artistiche Contemporanee in collaborazione con : Mediateca delle Marche, Liceo Artistico E.Mannucci, Acusmatiq, Arci, Argo, Careof, Cupa Film Festival, Librare, Nerto.it, Niewiem, Notte Nera, PopUp.

La compilation  “Con un occhio solo” a cura di Mario Gorni dell'organizzazione CAREOF DOCVA contiene sei video d’autore che, nella loro crudezza, sondano territori delicati che possono suscitare turbamenti emotivi. Potenzialmente censurabili, riescono a raccontare pezzi importanti di verità o a manifestare una critica acuta alle ideologie conformiste che spesso inquinano il nostro sistema.


Artisti partecipanti:

Heater Burnett, Witness:Anaesthetic, 3’37”, 2010
Iginio De Luca, Il papa macchiato, 2’16”, 2010
Franco Silvestro, Bambenella, 6’, 2004
Gabriele Pesci, Solaris, 20’45”, 2005
Enzo Umbaca, Implosione, 14’58”, 1994
Gabriele Pesci, Falluja, 4'47'', 2005


Sul tema della censura, della protesta e dell'indignazione sociale rispetto al sistema.

Il potere, nelle sue diverse forme, esercita sempre un "controllo di opportunità" sia sulla libertà di espressione degli individui o dei gruppi, sia sui mezzi della comunicazione sociale. Quanto sia tagliente questo controllo dipende quasi esclusivamente dalla
sensazione di "opportunità" che il potere nega o consente. Risulta dunque una variabile dipendente dal grado di civiltà e di sensibilità che contraddistingue la società che legittima il potere. Da sempre l'arte funziona come sintesi estrema della condizione esistenziale del contemporaneo. La musica, la poesia, la letteratura, la pittura e la scultura, tutte insieme riescono a fornircene un quadro quanto mai realistico e a restituirci le spinte, le difficoltà, la critica e il dissenso che in ogni tempo si sono manifestati per e contro il potere, esattamente come succede oggi. E anche nel nostro tempo, quello della prevalenza dell'immagine, della comunicazione e della globalizzazione, "l'opportunità" del pensiero critico resta più che mai sotto osservazione, nel pieno dello scontro fra la restaurazione integralista, il conformismo e l'insorgere del nuovo, fra l'ipocrisia del già scontato e il coraggio della sperimentazione. Presentare opere video censurate non è possibile senza incorrere nelle sanzioni previste dal censore. Opere censurabili si, anche se può sembrare una provocazione nei confronti del potere, anche se questo rischia una "valutazione di opportunità" suscettibile di nuovi attacchi del censore, che ovviamente cercheremo di evitare. (Mario Gorni)


CAREOF è un’organizzazione no profit per la promozione della ricerca artistica contemporanea attiva a Milano dal 1987. Produce e presenta mostre, eventi, video screening, workshop, conferenze e svolge servizi di documentazione e archiviazione sulle arti visive. L’Archivio Video ne comprende oltre 4500. Nella sezione opere d’artista sono conservati video a partire dalle sperimentazioni degli anni ’70 sino alle produzioni delle ultime generazioni. La sezione videodocumentazioni include oltre 500 riprese di mostre, conferenze, performance ed eventi d’arte di livello internazionale. Nel 2006 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha riconosciuto i materiali dell’Archivio Video di rilevanza nazionale inserendo Careof tra gli Archivi Storici. www.careof.org -www.docva.org


Si chiama Videdromo il progetto promosso dall'Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona curato dal critico Gabriele Tinti con l'organizzazione di MAC Manifestazioni Artistiche Contemporanee e la consulenza artistica e scenografica di Allegra Corbo, che vedrà sbarcare nella città di Ancona nell'arco di un anno (da aprile 2011 ad aprile 2012) alcuni fra i maggiori artisti video di fama internazionale.


Ufficio Stampa

MAC - Manifestazioni Artistiche Contemporanee

Federica Sdrubolini tel. 3400766923 info@maconline.it


(Pubblicato il 19 Settembre 2011)

 
 
Approfondimenti
There are no documents